José Domingo Molas, salesiano: dalla Guerra del Chaco alla Resistenza in Piemonte

Compagnia Marco Gobetti in collaborazione con Comune di Castelnuovo Don Bosco

“José Domingo Molas, salesiano: dalla Guerra del Chaco alla Resistenza in Piemonte – strad-rama” con Marco Gobetti, prima scrittura su strada liberamente tratta da “José Molas, salesiano” di Dario Rei

Venerdì 7 agosto 2020, h 21.00, su strada, in piazza Don Bosco, a Castelnuovo Don Bosco (AT)
L’attore accetta offerte a cappello, libere e non obbligatorie.
Come previsto dalle normative vigenti, sarà presente un cartello ben visibile, con le prescrizioni per il pubblico presente sull’obbligo di indossare la mascherina e di rispettare il distanziamento di un metro fra le persone; qualora durante l’esibizione non venissero rispettate le prescrizioni su mascherine e distanziamento, l’artista interromperà l’esibizione.
Evento fb: https://www.facebook.com/events/708190633364178/

Sinossi: Nato nel 1901 a San Estanislao, José Domingo Molas studia al collegio salesiano di Montevideo e poi all’Istituto teologico internazionale della Crocetta di Torino; tornato in patria, è cappellano militare durante la sanguinosa Guerra del Chaco, combattuta fra Paraguay e Bolivia dal 1932 al 1935. Nel 1936 va missionario in Thailandia. Dal 1938, è ancora in Italia, come rettore del Santuario dedicato a San Giovanni Bosco, in frazione Becchi di Castelnuovo d’Asti (oggi Castelnuovo don Bosco). Conoscitore di ben cinque lingue, da prova di intelligenza, coraggio, umiltà e umanità proverbiali: sfidando gli attacchi aerei al volante di un’auto presto inconfondibile, nasconde soldati alleati e porta a termine scambi di prigionieri fra le bande partigiane locali e le truppe nazi-fasciste. Abile diplomatico, si guadagna la riconoscenza di interi paesi, che salva puntualmente dalle rappresaglie tedesche. Tornerà in Sud America nel 1951, dove sarà accolto con ogni onore quale “eroe del Chaco”.

La drammaturgia è tratta dallo scritto “José Molas, salesiano” di Dario Rei (nel volume Stranieri di casa – Persone e storie tra Torino e Monferrato, D. Rei, 2018 Gaidano & Matta edizioni)

Nato nel 2018, STRAD-RAMA è un progetto drammaturgico-attoriale che coniuga avventura, provvisorietà e rigore artistico degli artisti coinvolti; e fa perno su un’idea di “disordine intelligente”, tesa a un teatro che indaghi sulla propria natura intrinsecamente pedagogica e assuma funzioni contaminanti. Nei suoi sviluppi STRAD-RAMA, si propone di:
– realizzare su strada ri-scritture di opere teatrali o letterarie pre-esistenti;
– testare e ottimizzare su strada drammaturgie già scritte (sia di spettacoli in repertorio, sia che mai siano state rappresentate);
– scrivere su strada testi teatrali ex novo.
Per l’azione è utile – oltre al contributo creativo del drammaturgo, dell’attore e del pubblico – quello di altri attori o di un regista o di qualunque altro artista; disposti tutti a trarre suggestioni vicendevoli da un lavoro impostato secondo il principio della co-direzione. E’ una azione che vitalizza la scrittura e favorisce la ricerca di nuovi pubblici. Avviene su strada, o nei cortili o anche prevedendo l’utilizzo di spazi non convenzionali già presenti all’interno dei teatri della città in cui avviene; oltre che di spazi non convenzionali “altri”, che facciano da volano per un ricambio costante del confronto pubblico (bar, scuole, biblioteche, ristoranti, dehor…).

L’azione su strada avviene in ottemperanza alle norme anti-epidemiche in vigore e in forza del DPR. del 28 maggio 2001 n. 311, che all’articolo 6 abrogò i commi primo e secondo dell’art.121 del TULPS (in base ai quali dovevano essere effettuate le richieste di iscrizione al Registro dei Mestieri Girovaghi e le richieste di permesso per le esibizioni); per quanto riguarda il Piemonte, si realizza in base alla Legge regionale 1° agosto 2018 n. 11 art. 32 e alle integrazioni normative adottate dai Comuni nello spirito della legge stessa.

_______
PENSIERI PER QUALCHE IPOTESI DI CONTAMINAZIONE DEL SISTEMA TEATRALE:
Quali attori e quali “teatri”? Storyplaying, per una contaminazione possibile. Con suggestioni da C. Bene, G. Moretti, G.R. Morteo https://bit.ly/2B5nRe2
Di sogni, mitraglie fondenti e teatro di riciclo. https://bit.ly/2UKSV9H
Dall’epidemia al teatro in streaming. https://bit.ly/30Igfcb
PIAZZA, BELLA PIAZZA. Attori, braccianti, bambini ed anziani. Con una proposta per AAU – Attrici Attori Uniti. https://bit.ly/3hrNVkb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: